Seleziona una pagina

I nostri recenti articoli sulle regole base per convivere con il coniglio domestico e sugli accorgimenti da prendere durante la muta del coniglio hanno riscosso l’interesse di molti lettori, evidentemente proprietari di questo meraviglioso animale, lettori che ci hanno contattato parlandoci in molti di un problema che a quanto pare è molto comune: la tendenza del coniglio a fare i suoi bisogni fuori dalla lettiera.

Proviamo quindi a darvi alcuni consigli per porre rimedio a questo inconveniente, sottolineando però, prima di cominciare, una importante differenza di base: nel caso il vostro coniglio domestico sia ancora molto giovane e stia passando la fase di sviluppo sessuale, conviene attendere la sterilizzazione prima di disperarsi eccessivamente, questo in quanto dopo l’intervento il vostro animale potrebbe benissimo interrompere autonomamente questi comportamenti e cominciare a usare la lettiera da solo.

Nel caso invece il vostro coniglio sia già stato operato e continui a lasciare urina e palline di feci negli angoli meno appropriati della casa (e tenete a mente la parola “angoli”, ci tornerà utile), ecco che possono valere per il suo caso alcuni consigli di carattere generale che funzionano spesso anche con altri animali.

La prima cosa a cui pensare è la cassetta, sia per quel che riguarda il contenitore che per il tipo di lettiera usato che, infine, per il luogo in cui viene collocata.
Quando vi abbiamo detto di ricordarvi la parola “angoli” è perché i conigli tendono a sentirsi più al sicuro proprio negli angoli e converrà quindi mettere la cassetta in queste posizioni: l’ideale sarebbe avere un contenitore angolare che si adatti alla perfezione ma anche uno rettangolare andrà bene.

Provate anche a controllare ed eventualmente cambiare la lettiera: esistono molti tipi di lettiera per conigli in commercio nei migliori negozi per animali e shop online e può essere che al vostro pelosone non piaccia molto quello in uso, specie se è profumato, cosa da evitare sempre e comunque, fate qualche tentativo cercando di individuare quello più adatto, di solito il normale pellet di faggio è il migliore, ma potete anche tentare varie soluzioni più fai da te, con segature e altri materiali, sono comunque materiali dal prezzo molto contenuto.
Ovviamente, non è nemmeno da dire, non dovrete poi cambiare continuamente la posizione della cassetta, finirebbe con il confondere l’animale.

Una volta posizionata la cassetta in un angolo tranquillo e riempita con una lettiera per coniglio adeguata, provate per un po’ di tempo a raccogliere le feci che il coniglio dissemina in giro e portatele sempre dentro la cassetta così da farlo lentamente abituare all’odore e stabilire una correlazione fra quel luogo e i suoi bisogni.

Cercate di attirare l’animale in quell’angolo, senza però mai usare la forza; abbiamo già parlato più volte di quanto sia sbagliato usare violenza, metodi coercitivi e rinforzi negativi e vale quindi anche per i conigli e conigli nani, si può quindi provare ad attirarlo con un po’ di cibo e, quando notate che usa la lettiera, dovrete premiarlo sempre con altro cibo, possibilmente del suo tipo preferito, magari qualche bocconcino che non gli fornite di sovente, qualcosa di veramente delizioso. Usate sempre e solo il rinforzo positivo.
Servirà forse un po’ di pazienza ma nemmeno troppa: i conigli sono animali puliti e intelligenti e comprenderanno facilmente quel che state cercando di spiegargli.

Chiara Carati

 

Condividilo su